Società della Salute della Zona Pisana
Consorzio Pubblico di funzioni
Via Saragat, 24 - 56121 Pisa

Avvisi e Notizie

Attivato nel Comune di Pisa grazie alla collaborazione tra Croce Rossa, Misericordia e Pubblica Assistenza

Foto-numero-unico.JPG

Diventa più semplice il servizio di prenotazione del trasporto sanitario gestito dalle associazioni di volontariato pisane. Da pochi giorni è infatti attivo, per i residenti del Comune di Pisa, un numero unico per i servizi ordinari di trasporto con ambulanze e mezzo attrezzato. E’ quanto previsto dal progetto nato dalla collaborazione tra Croce Rossa di Pisa e del Litorale Pisano, Misericordia, Pubblica Assistenza del Litorale pisano e Pubblica Assistenza Pisa, che hanno dato vita a una nuova modalità di gestione del servizio. Finora, infatti, chi aveva necessità di prenotare, doveva chiamare i numeri delle diverse associazioni. Da oggi invece esiste un solo numero di riferimento per tutto il territorio comunale: 050 941414, in funzione dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 e il sabato dalle 8 alle 13. La centrale operativa, che ha la sua sede in via Castaldi, è gestita a rotazione da operatori delle diverse associazioni, che inseriranno le richieste nel programma gestionale della Usl. Per accedere al servizio è necessaria l’impegnativa del medico con l’indicazione del mezzo necessario per il trasporto dalla propria abitazione a un presidio sanitario.

“Il progetto – spiega Marco Lo Cicero, direttore della Pubblica Assistenza di Pisa – nasce dall’esigenza di unificare un protocollo per le associazioni del territorio. Fino ad oggi ciascuna realtà operava con modalità diverse rendendo meno fluido l’accesso al servizio. Una criticità che le associazioni di volontariato hanno voluto risolvere: con il numero unico, infatti, non solo le risorse sono meglio utilizzate ma è garantita anche una uniformità di azione ed una migliore risposta ai servizi richiesti. Una novità che è stata possibile in accordo col 118 che ci ha supportato con gli strumenti informatici necessari”.

Nella prima settimana di operatività sono state circa 200 chiamate, una media di quasi 40 al giorno.

“I dati di questi primi giorni dimostrano che le associazioni hanno lavorato nella direzione giusta e che questo progetto potrà portare a sviluppi ulteriori nella collaborazione tra il terzo settore e il volontariato – afferma Sandra Capuzzi, assessore alle politiche Sociali del Comune di Pisa e presidente della Società della Salute della zona pisana – Questo progetto permette di utilizzare meglio le risorse e di migliorare l’efficacia del servizio. Ringrazio le associazioni che operano sul territorio del Comune di Pisa che, operando in sinergia, hanno reso possibile questo risultato.”

 

Attachments: