Società della Salute della Zona Pisana
Consorzio Pubblico di funzioni
Via Saragat, 24 - 56121 Pisa

Avvisi e Notizie

Venerdì 14 giugno nella Sala della Baleari un workshop per presentare prassi di percorso partecipato degli anziani alle scelte urbanistiche

Mura_San_Zeno.png

Elaborare e condividere con gli amministratori locali e regionali interventi di rigenerazione urbana volti a migliorare le condizioni di vita della popolazione anziana. E’ questo l’obiettivo del progetto “Urban Health – Movi-menti”, promosso dal Centro Nazionale per la Prevenzione e Controllo delle Malattie del Ministero della Salute, i cui partner sono l’Azienda Usl Toscana Nord Ovest, la Regione Lombardia, il Politecnico di Milano, la Asl 3 Piemonte, e la Asl di Taranto, ATS Bergamo (alla quale è affidato il coordinamento del progetto dalla Regione Lombardia che è capofila) che sarà illustrato nel workshop che si terrà venerdì 14 giugno a partire dalle 9.30 nella Sala delle Baleari di Palazzo Gambacorti. La giornata, dal titolo “Urban Health: buone pratiche per la valutazione di impatto sulla salute degli interventi di riqualificazione e rigenerazione urbana e ambientale”, si aprirà con i saluti del sindaco di Pisa Michele Conti. “Promozione dell’invecchiamento sano e attivo del territorio. Sperimentare un nuovo percorso partecipato delle scelte urbanistiche”, sarà il tema su cui interverranno l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Pisa e presidente della Sds pisana Gianna Gambaccini, l’assessore all’urbanistica del Comune di Pisa Massimo Dringoli e la direttrice della Sds dell’Alta Val di Cecina Valdera Patrizia Salvadori. Seguiranno gli interventi di Roberto D’Elia, dirigente del Ministero della Salute, Liliana Coppola, dirigente della Regione Lombardia, Marcello Tirani dirigente del Dipartimento prevenzione Asl di Pavia, dei referenti degli altri partner del Progetto e di Laura Aramini, funzionaria della Regione Toscana.

Il progetto, che ha il supporto tecnico e amministrativo delle Sds pisana e dell’Alta Val di Cecina, ha preso il via nei Comuni di Calci, Pisa, Pontedera e Pomarance nell’aprile scorso e andrà avanti fino a dicembre. Esso prevede che, per ciascuno dei quattro Comuni, siano reclutati due gruppi di circa 30 persone (uno di età compresa tra 55 e 66 anni, l’altro tra 67 e 77 anni) e che siano coinvolti in “percorsi di benessere”, costituiti da training basati sulla mindfulness, effettuati in ambienti aperti, arricchiti di stimoli naturalistici, culturali e sociali. Per il Comune di Calci i percorsi scelti sono stati il Parco della Cagnola e la zona intorno alla Certosa, mentre nel Comune di Pisa le location sono le Piagge, lo Spazio Polifunzionale teatrale di Riglione e il percorso golenale, San Zeno e il percorso lungo le mura, il Circolo San Rossore e i percorsi interni al Parco.

Alla fine del progetto, si valuterà l’impatto sulla salute dei percorsi effettuati

con test psicometrici, al fine di elaborare e trasferire raccomandazioni agli amministratori locali e coprogettare interventi di rigenerazione urbana volti a favorire l’attività fisica, la partecipazione sociale e la prevenzione del decadimento cognitivo.